Abbazia di San Giovanni in Argentella

Indirizzo
Strada Palombarese, 1964, 00018 Palombara Sabina RM, Italia
L'esistenza del'abbazia benedettina di San Giovanni in Argentella a Palombara Sabina è attestata al X secolo anche se l'edificio attuale viene fatto risalire all'inizio del XII secolo. Sul fianco destro si innalza il bel campanile in stile romano, i cui piani terminali, aperti da monofore e trifore, sono divisi da cornici sporgenti su mensole marmoree. Una delle curiosità che colpiscono il visitatore attento è la strana croce scolpita sulla lunetta del portale d'ingresso. Si tratta di una croce greca ai quattro lati della quale spiccano quattro cerchi, o quattro punti. Questo glifo è stato ritrovato come decorazione di alcuni vasi greci risalenti al 700 a.C. Nella simbologia occidentale i punti sono spesso associati all'acqua ed in alcuni tipi di cartografia moderna questo stesso simbolo indica una sorgente. I richiami all'acqua ed alle sorgenti, sia nel simbolismo antico che in quello moderno, coincidono curiosamente con la storia dell'abbazia, legata alle sorgenti e soprattutto alla fonte che sgorga nel sotterraneo della cripta, in passato ritenuta miracolosa. Questo simbolo, tuttavia, assume la sua connotazione più netta nell'ambito dell'Alchimia.Si tratterebbe del simbolo dell'Aceto Filosofico, e in particolar modo dell'operazione ad esso legata per la confezione dell'Alkhaest.