Anticoli Corrado

Come arrivare
Da Roma: Autostrada A 24 Roma-L'Aquila uscita Vicovaro-Mandela. Imboccare la SS 5 Tiburtina in direzione Subiaco. Superare il bivio per Cineto Romano. Con autolinee CO.TRA.L: partenza dalla [...]

Anticoli Corrado

Il paese degli artisti. Un vero e proprio tesoro di cultura, scritto nel tempo 

Vive e respira aria buona su un costone dei Monti Ruffi Anticoli Corrado, che guarda dall'alto la Valle dell'Aniene. Prima dell'anno 1000 si chiamava Fundus Antikuis che si sarebbe mescolato alla denominazione Ante Colles (Anticoli), ossia davanti ai colli, vista la posizione geografica. Secondo un'altra ricostruzione storica il nome Corrado, invece, sarebbe attribuito a Re Corrado, nipote dell'illustre Federico II di Svevia. Il più giovane è stato il più illustre signore della storia del paese, che lo ricambiò con l'inserimento nel nome del paese. Stretto è stato il rapporto con il cristianesimo e con la Chiesa. Tanti, sono, infatti, i punti di culto in cui riflettere, pregare, ammirare l'interno e la cura dedicate al tempio di Dio, nelle diverse espressioni artistiche progettate e realizzate nel corso dei secoli. Come San Pietro, che è dell'XI secolo, o la Chiesa di San Nicola da Myra, in località San Nicola. In un posto così contenuto per estensione ci sono altre cinque chiese: la Santissima Trinità, la Madonna del Giglio, San Rocco, la Madonna del Carmelo. E, più vicina ai nostri tempi, del 1800, c'è Santa Vittoria. Da visitare di ulteriore interesse il Palazzo Baronale, che è stato costruito e portato a termine nel XVII secolo. A misura d'uomo ma dall'aspetto interessante, nelle diverse stanze e sale. Quindi una passeggiata va fatta in Piazza delle Ville dove alberga la fontana di Arturo Martini. Di recente costruzione il monumento ai caduti, che è del 1956, opera di Attilio Selva, e ristrutturato proprio nel 2013. Per i momenti di ristoro e gusto la cucina locale offre i "cazzaregli": un tipo di pasta fatta con farina di grano e di granturco, condita con un sugo di pomodoro, aglio, olio e peperoncino. Gustose sono le pizze fritte, focacce bassa fritte nell'olio, sia dolci che salate. Tra i dolci, si segnalano le gustose ciambelle all'anice. Dai tanti oliveti della zona  si ricava olio d'oliva di grande qualità. La parte dedicata alla tradizione suggerisce il Presepe vivente , la sfilata dei carri allegorici per il Carnevale, e nel periodo pasquale la Rievocazione della Via Crucis il Venerdì Santo. In estate, come per altri paesi non lontani, il 15 agosto,  il rito dell'Inchinata e la processione si consumano nel nome di Maria Santissima Assunta. L'autunno fa lavorare i cittadini e incoraggia i forestieri nella seconda domenica di settembre, con le feste patronali della Madonna del Giglio e di San Rocco. Mentre il 23 dicembre viene omaggiata, festeggiata e ringraziata Santa Vittoria, patrona di Anticoli Corrado. Anticoli Corrado vive di una sua ampia fama e notorietà, a testimonianza di quanto produttori, sceneggiatori, registi e attori abbiano sempre apprezzato i bei paesaggi, l'aria salutare e la vita discreta e concreta dei paesi di modeste proporzioni. Un soprannome dato a questo aggraziato ritrovo e sito urbanistico è "Il paese degli artisti e delle modelle", e la cosa nasce da lontano. Fu méta di tanti pittori stranieri provenienti dal Nord-Europa impegnati nella ricerca di paesaggi, colori, prospettive e colori tipici della campagna di questo grande universo costituito dai paesi della provincia di Roma. Le donne di questo paese si fecero apprezzare e conoscere per la loro bellezza intraprendendo il cammino e la carriera di modelle, chiamate per gli affreschi di tipo religioso, che ancora oggi si trovano nelle chiese dell'area della Valle dell'Aniene. Ma la celebrità vera e propria non fu solo per le bellezze femminili: negli anni '30 vi arrivò  Luigi Pirandello, col figlio Fausto, pittore. Visse qui un artista di grande considerazione come Oskar Kokoschka, pittore e drammaturgo austriaco conosciuto nell'Europa del XX secolo. Il poeta spagnolo Rafael Alberti e sua moglie, negli anni '70, vi gradivano trascorrere il periodo estivo, approfittando di in un posto soleggiato ma fresco, forte di un'altitudine collinosa. Il paese ha ricambiato con gratitudine la scelta di diversi artisti che l'hanno scelto come dimora per un medio periodo o nei momenti di svago. Nasce da qui lil Museo Civico di Arte Moderna, che conserva le opere di quegli artisti che con Anticoli Corrado hanno saputo vivere un profondo legame. Tra questi Kokoschka, Carena, Martini, Salvati, De Carolis e altri. Anche il cinema ha dato il suo contributo a far conoscere questo posto: nel 1969 Anticoli Corrado è stato il set del film "Il segreto di Santa Vittoria", opera di Stanley Kramer. Il cast degli attori, italiani e non, fu di primissimo livello: Anna Magnani, Anthony Quinn, Virna Lisi,  Renato Rascel e Giancarlo Giannini.

cantine-in-festa-2014 Anticoli Corrado

"Cantine in Festa......tra sapori, storia e tradizione"

La Pro Loco di Anticoli Corrado organizza nei giorni 8 e 9 Agosto 2014 "Cantine in Festa......tra sapori, storia e tradizione" Percorso enogastronomico nei vicoli del Borgo Antico con apertura delle vecchie cantine accompagnato da musica e divertimento Il Programma musicale è riccamente composto da: Venerdì 8 Agosto: ALL SENSATION - Piazza S. Vittoria LUCA SANTILLI [...]

Cosa c'è da vedere

Scopri la provincia

Le casupole di Picasso

Arrampicato a nido d'aquila su di un dedalico gioco di [...]

Arte

Museo Comunale di Arte Moderna – Anticoli Corrado

Il Museo di Anticoli Corrado, che ha sede nello storico [...]