Gerano

Come arrivare
  Da Roma: A24, Uscita Castel Madama SS33A Empolitana direzione S.Vito Romano / Gerano / Cerreto laziale per 8,7 km   [...]

Gerano

La città dell'Infiorata

 Il comune di Gerano,  sorge nel territorio dei monti Ruffi ed ha circa 1000 abitanti. Il paese fa parte della Comunità Montana dell'Aniene. E come tale offre una bella immagine, delle sue bellezze naturali e paesaggistiche. E' possibile raggiungerlo prendendo l'autostrada A24 Roma-L'Aquila, uscendo a Castel Madama. Da qui bisogna seguire le indicazioni per Gerano, superando i bivi di Sambuci, Ciciliano, San Vito (Ponte Terenzio), Cerreto Laziale, Subiaco e Rocca Santo Stefano. Gerano e i geranensi, in onore della Madonna del Cuore, ogni prima domenica dopo San Marco (25 aprile), realizzano l'Infiorata, forse la più antica d'Italia. Si crede che l'Infiorata sia legata al dipinto del 1727 di Sebastiano Conca di Gaeta, ritenuto miracoloso. Per la realizzazione vengono utilizzati solamente petali di fiori e foglie di vario genere. Anche la fiera di Santa Anatolia è una delle più antiche del Lazio e si tiene ogni anno il 9 e 10 luglio nel grande prato sottostante al paese, vicino all'omonima chiesa, dove sono visibili i resti di tombe romane del II secolo avanti Cristo, a testimonianza che la storia sia transitata nei singoli paesi, della Valle dell'Aniene, lasciando la sua orma, importante. A.  Palmieri, in una cronaca del 1887, descrive la vita di Gerano: “Alcuni del popolo si industriano nel commercio; e dentro il paese vendonsi pannine varie, chi traffica sul carbone e molti sulle legna segate di castagno, altri nell'allevare i filugelli, bachi da seta, e le sete di Gerano sono assai belle e morbide ed alla Capitale più care di altre si vendono. Gli abitanti sono per la maggior parte agricoltori e producono vino, olio, patate e cereali. Grande festa è per Santa Anatolia, in suo onore si allestisce una fiera e in tale occasione si aprono caffè, trattorie, osterie, botteghe diverse e si tiene anche una tombola”. Parliamo di più di 120 anni fa, eppure è una cronaca dettagliata, in ogni settore, con ottime capacità descrittive dell'autore, che anche oggi sarebbe molto attuale. L'associazione “Pro Loco” di Gerano, ogni anno organizza l'appuntamento con la Sagra degli Stozzapreti, una pasta tipica, condita con il  ragù quanto con altre specialità. E' proprio il tipo di pasta, a rimanere buono, da gustare. Altri tipici prodotti locali sono: ciammaruche, maccarunacci co gli cici, tra i primi. Poi 'nsalata accapezzata, cocozza marinata, frittegli, patate e beccalà, tra i secondi; ciammelle lucide e maritozzi, infine, tra i dolciumi.

Infiorata_Gerano_2017

Infiorata a Gerano

Il 30 aprile 2017 si svolge il rito dell'Infiorata di Gerano 2017 - 288° anniversario dall'arrivo della Santa Immagine della Madonna del Cuore. “L’Infiorata di Gerano” onora ogni anno la Madonna del Cuore, nel solco di una tradizione religiosa ormai secolare tracciato dai Maestri Infioratori geranesi. La storia ha radici profonde, [...]

verole

Sagra delle zazzicchie e verole a Gerano

Anche quest’anno l’autunno viene a far sentire la sua presenza portando, nella piccola cittadina di Gerano,  meravigliosi colori e sapori d’altri tempi. Il paese, alle porte di Roma, si prepara ad accogliere i numerosi visitatori che “presi per la gola” vorranno partecipare alla 34° Sagra delle Zazzicchie e Verole (salsicce e caldarroste), [...]

Cosa c'è da vedere

Scopri la provincia

Un cuore medievale sul Giovenzano

Su di un poggio isolato in mezzo a radure boschive [...]

Arte

La casa delle scatole di latta

Inaugurato nel 2000 a Gerano (RM), è l’unico museo italiano [...]

gerano-veduta_vallegiovenzano

Itinerari

';

Panoramici percorsi nella Valle del Giovenzano

Se è vero, come recita un famoso detto, che “tutte [...]