Montelibretti

Come arrivare
Da Roma: Dal G.R.A. prendere l’autostrada A1 ed uscire al casello di Fiano Romano, proseguire in direzione Rieti, dopo circa 3 Km svoltare a destra e subito dopo svoltare verso sinistra [...]

Montelibretti

Montelibretti, storia di due castelli

Percorrendo la via Salaria, si giunge a Montelibretti, tra i primi comuni della zona sabina, della Sabina Romana, area ricca di storia e di tradizioni. Di primaria importanza sono senza ombra di dubbio le storie legate alle epoche pre-romane ed attualmente quelle che hanno connessioni con la profonda produzione culinaria della zona.

Sono molte sono le teorie sul nome Montelibretti. La più accreditata è quella che vede l'origine derivante dal console romano Fulvio Gaio Bruttio, suocero dell'imperatore Commodo, che usò l'agglomerato sabino nel ruolo e nella rilevante funzione di fortificazione personale. Diversi secoli prima, dopo l'avvento di Costantino, il tempio costruito in loco in onore del Dio Silvano, venne trasformato in un tempio cristiano; quindi divenne una sede vescovile fino al '600. Sotto i Longobardi il territorio fu annesso al Ducato di Spoleto e da li fu un camminare in parallelo con la nuova Abbazia di Farfa, poco distante dal comune sabino. Un fattore di grande e vitale importanza è stato, per la cittadina, la posizione geografica strategica, facente da crocevia per i traffici tra Nord e Sud, ed a metà strada tra i mari Adriatico e Tirreno. Anche per questo motivo di carattere militare Montelibretti è sempre stata oggetto di scontri di grande peso politico, continuati fino al 1337 d.C., quando il borgo fu acquistati dagli Orsini di Gravina di Puglia. L'omaggio che la storia rende a questi travagliati eventi sono sotto gli occhi di tutti.  La Chiesa parrocchiale di San Nicola di Bari, costruita nel 1535 e ricostruita nel 1773. Al suo interno vengono accuratamente conservati due dipinti seicenteschi: la Madonna con Bambino nel primo caso, ed i Santi Domenico e Caterina, nell'altro. Tutto questo enorme bagaglio storico e culturale è passato dai Longobardi ai Saraceni e a tante famiglie nobili, romane e non. Montelibretti fu feudo degli Orsini nel XIV secolo, poi dei Barberini nel 1664 e infine degli Sciarra. In epoca più recente questa cittadina va ricordata per le battaglie tra i soldati di Garibaldi (1867) e le truppe pontificie e francesi, come viene testimoniato da un monumento dedicato ai 300 volontari caduti che erano agli ordini dell'Uomo dei Due Mondi,  e dal Museo nazionale della campagna dell'Agro Romano per la liberazione di Roma, sito a Mentana. Detto della rilevanza storica anche recente, Montelibretti conserva e regala ai turisti anche radicate tradizioni enogastronomiche. Infatti questo ridente paese fa parte dei "Comuni della Strada dell'olio sabino"; la produzione di questo alimento risulta essere tra le migliori al mondo, sia per quanto riguarda la qualità che la quantità prodotta. Oro liquido viene definito il sublime nettare, e si ottiene dalla molitura delle preziose olive locali. Il suo colore, verde diamante, lo rende ammirato per il sapore e perché è uno dei migliori prodotti della terra, dall'ottica dei contadini e degli agricoltori. Non è facile sintetizzare in alcune parole l'enorme offerta che questa zona regala a turisti e studiosi. Esiste solo una maniera per poter verificare quanto scritto. Viverla! Montelibretti conserva e regala ai turisti anche radicate tradizioni enogastronomiche.Questo ridente paese fa parte dei "Comuni della Strada dell'olio sabino"; la produzione di questo alimento risulta essere tra le migliori al mondo, sia per quanto riguarda la qualità che la quantità prodotta. Oro liquido viene definito il sublime nettare, e si ottiene dalla molitura delle preziose olive locali. Il suo colore, verde diamante, lo rende ammirato per il sapore e perché è uno dei migliori prodotti della terra, dall'ottica dei contadini e degli agricoltori.

montelibretti_manifesto_2015_450x615

Sapori di...vini a Montelibretti

Coniugare il gusto della cucina di una volta con il fascino del nettare degli dei, tra arte, storia e spettacoli: è questo l'obiettivo di "Sapori di...vini", che dal 19 al 21 giugno tornerà ad animare il centro storico di Montelibretti. Una manifestazione, giunta alla nona edizione, attraverso la [...]

montelibretti-festeggia-la-sua-perla-verde-con-pane-olio-e

“PANE, OLIO E…” - X Edizione

Il 15 e 16 novembre, si svolgerà a Montelibretti la X^ edizione di "PANE OLIO E….". Potranno essere degustati i piatti tipici della zona, come la Pizzafritta cannetana (con la decima edizione della Sagra dedicata) e il frittello col broccolo, del quale si celebrerà la quinta edizione della Sagra. Nello stand gastronomico sotto [...]

Cosa c'è da vedere

pane montelibretti

Scopri la provincia

Il pane di Montelibretti

Montelibretti è una località sulla Via Salaria. La [...]

sabina romana

Itinerari

';

L’itinerario nella Sabina Romana

La storia della Sabina è legata alle origini [...]

Olive

Scopri la provincia

La strada dell’olio di oliva Sabina DOP

La coltivazione dell'olivo nell'area della Sabina risale a [...]

vini

Scopri la provincia

Vino Colli della Sabina

Il vino Colli della Sabina è tra i [...]

panorama-sulla-valle-del-tevere

Itinerari

';

Il bello del Tevere e il buono della Sabina

Dal suggestivo Castello Orsini di Nerola, alle bellezze del parco [...]

Arte

Chiesa di San Nicola di Bari

 Costruita nel 1535 e ricostruita nel 1773. Conserva all'interno due [...]