Riofreddo

Come arrivare
[...]

Riofreddo

Riofreddo, al confine tra Lazio e Abruzzo

Tradizione, cultura e natura. Riofreddo piccolo paese dalla grande storia. Nato in epoca preistorica, con ritrovamenti dell'Età del Bronzo e di quella del Ferro, cresciuto con gli Equi nel IV secolo a.C. e con i Romani, e poi via via fino al feudalesimo, il paese ha sempre avuto un grande ruolo strategico-militare e commerciale.

Riofreddo, conteso nel Medioevo da diverse famiglie nobili, nasce al centro degli assi di collegamento tra le regioni tirreniche e quelle adriatiche, e tra l'Italia centrale e quella meridionale. Passeggiando per il paese, e nelle sue campagne, sono evidenti le tracce di questa lunga storia. Il museo delle Culture, ospitato nella Villa Garibaldi, racconta il passato, un viaggio di millenni con reperti paleontologici (a Riofreddo fu rinvenuto ad inizio del '900 uno scheletro di elefante preistorico), corredi rinvenuti nelle tombe della necropoli di Casal Civitella degli Equi, resti romani e poi le tracce del Medioevo.

In mostra anche cimeli della famiglia Garibaldi. A Riofreddo, infatti, dimorò per diversi anni, e morì, uno dei figli di Giuseppe Garibaldi, Ricciotti. Durante questo periodo nacque suo figlio Ezio.

Oltre al museo, da visitare a Riofreddo c'è l'oratorio della Santissima Annunziata, con affreschi del XV secolo di Arcangelo di Cola da Camerino, la chiesa di Sant'Andrea Apostolo, la necropoli equa di Casal Civitella e poi è tutto da vivere lo splendido centro storico. Queste stesse bellezze, unitamente al clima fresco in estate e al buon cibo, hanno fatto di Riofreddo un centro di villeggiatura per molte importanti famiglie romane sin dalla fine del 1800. Attirati anche dalla presenza della famiglia Garibaldi, l'estate il paese si riempiva di “turisti”, così come oggi. Diverse le occasioni per una “ghiotta” passeggiata a Riofreddo, come l'ultima domenica di marzo per la sagra degli gnocchi o il Primo Maggio per quella delle pappardelle al cinghiale; la prima domenica di giugno per quella degli asparagi, e poi appuntamento con il tartufo nero, con i fagioli, le fettuccine al farro, gli scagnozzi, una pasta tipica. Il 23 aprile si tiene la festa patronale di San Giorgio, nel primo fine settimana di settembre la rassegna “In Vino Veritas” con stand gastronomici, vino e tanta musica in piazza; e a novembre la Festa della Castana con marroni e piatti tipici come polenta con salsicce e spuntature, pasta e fagioli, carne alla brace. Appuntamento di ben altro tenore il 24 dicembre con la Pastorella, processione e i canti tradizionali dei pastori durante la notte.

Festa-della-Castagna-2014

Festa della Castagna a Riofreddo

Al via la  XXXI edizione della Festa della Castagna: dal 1 al 2 novembre  Riofreddo vi aspetta  per una piacevole passeggiata nel bosco delle castagne  e a partire dalle ore 12  potrete degustare per le vie del borgo un menu a base di bruschette, polenta servita su scifetta in legno (in alternativa fettuccine [...]

In-vino-veritas

In Vino Veritas

Il 5 e il 6 settembre 2014 si svolgerà la XII edizione di “ In Vino Veritas”a Riofreddo. Si comincerà il venerdì con l'esibizione di due gruppi del posto, per concludere con l'intramontabile bellezza dei brani che Rino Gaetano ci ha lasciato in eredità, proposti dalla maestria dei Ciao Rino. Il [...]

Cosa c'è da vedere

Arte

Santissima Annunziata

La costruzione e la decorazione dell'oratorio della Santissima Annunziata fu [...]

Arte

Museo delle Culture “Villa Garibaldi”

Di recente istituzione il Museo delle Culture “Villa Garibaldi” costituisce [...]