Cattedrale di Santa Maria Assunta

Indirizzo
Piazza Santa Maria, 1-7, 00037 Segni RM, Italia
L'attuale edificio risale al 1626 quando il Vescovo Ludovico Atti decise di ricostruire dalle fondamenta la sua Cattedrale sulle rovine della precedente che risaliva al 900, al tempo di San Bruno. La facciata, che nel 1817 venne rivestita con lastre di pietra dei monti Lepini per ordine e a spese del Vescovo Paolo Ciotti, è preceduta da un'ampia scalinata. L'interno della Chiesa è a croce greca, formata da quattro braccia uguali girate in alto a tutto sesto; al centro si innesta la cupola circolare a volta ribassata. Ai lati dei quattro bracci si aprono otto arcate minori che riquadrano la crociera con perfetta simmetria. Vi sono quattro altari e quattro cappelle oltre al Battistero e alla Sagrestia. La chiesa è ricca di opere d'arte che ne fanno uno degli esempi più belli del Barocco. All'interno sono presenti: gli affreschi della cupola raffiguranti la Trinità, realizzati da Antonio Courtois, fratello del Borgognone (seconda metà del XVII secolo); la Cappella di San Bruno (patrono di Segni) con affreschi raffiguranti scene di vita del santo, realizzati da Lazzaro Baldi di Pistoia (fine XVII secolo); la pala d'altare della Cappella della Madonna del Rosario (di Pietro da Cortona); quadri raffiguranti san Giovanni Battista di Ignazio Tirinelli del Serrone e la Vergine Assunta con gli Apostoli; le grandi tele della Natività della Madonna e la Presentazione al tempio della Vergine, di Leandro Carchenne, L'incredulità di san Tommaso di F. Cozza, la tela raffigurante l'Esaltazione della Croce, opera del Borgognone nella Cappella del Ss. Sacramento. Nella chiesa fu beatificato Tommaso arcivescovo di Canterbury e santificato Bruno, vescovo di Segni dal 1079 al 1123.