Chiesa di San Biagio

Indirizzo
Via Vittorio Emanuele, 12-16, 00010 San Gregorio da Sassola RM, Italia
La chiesa di San Biagio a San Gregorio da Sassola, di dimensioni piuttosto piccole, presenta una facciata con copertura a capanna semplice, dove si inserisce l'unica porta d'accesso (con portale arcuato, in pietra grigia), sovrastata da una nicchia rettangolare, che incorpora una finestra e un piccolo affresco raffigurante La Liberazione delle Anime del Purgatorio, assai malridotto e quasi illeggibile. L'interno, ad aula semplice, presenta un piccolo altare, sulla parete di fondo, dove si apre anche un altro piccolo ambiente, ad uso di sacrestia. La chiesa, secondo un'antica tradizione, fu la prima parrocchia del paese, in quanto sorgeva nella parte più vecchia di questo, “quella da piedi”. La tradizione sangregoriana vuole che essa sia stata fondata dagli abitanti di Colle Faustiniano, ai quali era caro il culto di S. Biagio, quando si trasferirono a San Gregorio, verso la fine del secolo XIII. Un olio su tela rappresenta una Madonna delle Grazie. Il quadro, di autore ignoto dell'Ottocento, riveste particolare importanza dal punto di vista devozionale, essendo legato ad esso l'avvenimento miracoloso del 22 luglio 1915. La Madonna mosse gli occhi e il fenomeno, constatato da molti fedeli, determinò un intenso fervore religioso con richiamo di pellegrini dai paesi limitrofi.