Provincia di Roma

Veduta di Castel San Pietro Romano

  • Chiesa di San Pietro Apostolo a Castel San Pietro Romano
  • Via Garibaldi a Castel San Pietro Romano

Castel San Pietro Romano paese del cinema

Naviga a tutto schermo [x]

Veduta di Castel San Pietro Romano

 
COMPARSA FILM:  
La tradizione ci dice che qui è venuto San Pietro a predicare la religione cristiana, in onore di questa tradizione è stato chiamato Castel San Pietro Romano.
 
I cineasti hanno scelto Castello, perchè c''era un sindaco che si chiamava Adolfo Porry Pastorel, che è stato uno dei primi fotoreporter italiani. Lui incontrò un suo amico regista che gli disse, devo trovare un paesino un po' scassato perchè devo girare un film. E lui gli rispose un paesino più scassato di quello dove sto io come sindaco non esiste, venite su da noi. Questi sono venuti, il paesino gli è piaciuto ed è stato scelto per fare questo film.
 
 
OSTESSA: 
Io ancora non avevo neanche i tavoli ce ne avevo due o tre, cominciai con niente proprio. Vennero qui e mi detto 80mila lire, e chi le aveva viste mai. Erano due uomini, dopo ho saputo che erano Comencini e il fratello. Comencini era un uomo un po' robusto, ma neanche tanto, normale.
 
 
COMPARSA FILM: 
Questa piazza era il centro del paese, qua si svolgevano tante cose, ci sono state diverse scene e  qua nel film ci abitava la levatrice, che era Marisa Merlini e quindi si affacciava da qua quando la chiamavano.
 
OSTESSA: 
La Merlini era una romanaccia: Margherita quando me le fai le bruschette, andiamo sbrigati che ho fame. E' venuta anche dopo 50 anni e poi erano tutti paesani quando fecero il pranzo e il battesimo.
 
COMPARSA FILM: 
Io ho preso parte a delle scene dentro la chiesa, facevo parte del gruppo di ragazze che era il coro della parrocchia.
 
Chi volesse venire a vedere trova ancora i luoghi, tali e quali come sono stati ripresi in “Pane, amore e fantasia”.
 
 

Galleria fotografica
Chiesa di San Pietro Apostolo a Castel San Pietro Romano
Via Garibaldi a Castel San Pietro Romano

In evidenza