Duomo di San Lorenzo

Indirizzo
Piazza del Duomo, 11, 00019 Tivoli RM, Italia
La cattedrale di San Lorenzo a Tivoli risale, nel suo aspetto attuale, alla metà del XVII secolo, quando fu completamente rinnovata dalle fondamenta per opera del cardinale Giulio Roma, vescovo della Diocesi di Tivoli. La chiesa, secondo la tradizione, sorse già in epoca costantiniana sulle rovine dell'antico foro tiburtino di età romana e venne consacrata al culto del martire Lorenzo. Ampliata probabilmente nel corso del XII secolo, la chiesa aveva una pianta rettangolare a tre navate e terminazione absidale semicircolare. Con il passare del tempo la chiesa andò progressivamente in rovina e in decadimento fino a quando nel 1635 iniziarono i lavori di completa ristrutturazione dell'edificio grazie alla munificenza del cardinale Roma. La Sacrestia, a pianta rettangolare e copertura a volta, venne abbellita da due grandi riquadri affrescati con l'immagine della Pietà (parete di fondo) e con la raffigurazione del martire Lorenzo in Gloria (al centro della volta), opere attribuite dal Crocchiante al pittore Gian Francesco Grimaldi (1606-1680). All'esterno l'ambiente della Sacrestia si presenta come un largo corpo rettangolare annesso alla chiesa sul fianco sinistro, aperto da grandi finestroni rettangolari. Sullo stesso fianco della chiesa si apre, in corrispondenza di piazza Domenico Tani, un ampio portale realizzato nel 1747 per iniziativa “et munificentia” dei canonici della cattedrale. Al lato di sinistra della facciata si erge il campanile a tre piani con arcate, monofore, bifore e coronamento piramidale.